Stampa PDF Segnala ad un amico

Legge regionale 21 dicembre 2012, n. 29

“Recepimento D.L. n. 174/2012 convertito nella legge 7 dicembre 2012, n. 213. Modifiche alla legge regionale 23 novembre 2010, n. 32”

Bollettino Ufficiale n. 48 del 21 dicembre 2012

Articolo 1

1. La lett. g) dell’art. 3 della L.R. 23 novembre 2010, n. 32 è così sostituita:
“g) i dati di reddito e di patrimonio con particolare riferimento ai redditi annualmente dichiarati propri e del coniuge se consenziente; i beni immobili e mobili registrati posseduti; le partecipazioni in società quotate e non quotate; la consistenza degli investimenti in titoli obbligazionari, titoli di Stato, o in altre utilità finanziarie detenute anche tramite fondi d’investimento, SICAV o intestazioni fiduciarie”.

2. All’art. 3 della L.R. 23 novembre 2010, n. 32 è aggiunto il seguente comma 2:
“2. In caso di parziale o mancata ottemperanza agli obblighi di cui alla lett. g) del comma 1, è prevista la sanzione amministrativa, rispettivamente, da un minimo di € 500,00 ad un massimo di € 1000,00.”

3. Dopo il comma 2 dell’art. 5 della L.R. 23 novembre 2010, n. 32 è aggiunto il seguente comma 3:
“3. Le disposizioni della presente legge si applicano anche ai titolari di cariche nominati o eletti dal Consiglio regionale e dalla Giunta regionale.”

Articolo 2

Dichiarazione d’urgenza

1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il 1° gennaio 2013.

2. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Basilicata.