Stampa PDF Segnala ad un amico

Legge Regionale 12 settembre 2000, n. 59

RIDETERMINAZIONE DELLA INDENNITA' DI CARICA DEGLI AMMINISTRATORI DI ENTI O AZIENDE O, COMUNQUE, DI QUALSIASI ORGANISMO, NOMINATI DALLA REGIONE, COMMISURATA ALLA INDENNITA' DI CARICA DEI CONSIGLIERI REGIONALI

Bollettino Ufficiale n. 59 del 16 settembre 2000

________________________________________________________

Art. 1

1. La indennità di carica degli Amministratori di Enti
o Aziende o, comunque di qualunque altro Organismo, nominati dalla Regione,
che, ai sensi della vigente normativa, è commisurata alla indennità di
carica del Consigliere regionale, è determinata con riferimento alla
indennità lorda dallo stesso percepita.

2. La indennità di carica di cui al precedente comma non può essere, comunque, superiore al 65% dell'indennità lorda percepita dal Consigliere regionale.

3. Le indennità di carica degli amministratori di Enti o Aziende che, attualmente, sono determinate in misura superiore alla percentuale del 65% si intendono commisurate a quella massima prevista dal precedente comma. 

-

Art. 2

1. La disposizione del precedente articolo 1 si applica a
partire dalle nomine effettuate ai sensi della L.R. 5 aprile 2000, n. 32.

Art. 3

1. I rappresentanti della Regione in Enti, Istituti o Organismi
da essa non istituiti o dipendenti, chiamati dai rispettivi organi a determinare
la indennità di carica degli Amministratori, debbono attenersi, nell'espressione
del voto, alle direttive del Consiglio Regionale, preventivamente consultato
per iniziativa dei singoli rappresentanti.

Art. 4

1. E' abrogata la legge regionale 11 novembre 1991,
n. 19 ed ogni altra norma incompatibile con la presente legge.

Art. 5

1. Per l'esercizio finanziario in corso i maggiori oneri derivanti
dall'applicazione della presente legge sono a carico dei bilanci degli enti
interessati.

2. Gli oneri a carico del bilancio regionale trovano imputazione
nei rispettivi capitoli del bilancio stesso.

3. Per gli anni successivi i bilanci degli enti interessati
ed il bilancio regionale determineranno l'entità degli oneri da stanziare.

Art. 6

1. L'articolo 9 della L.R. n. 11 del 14 giugno 1986 è così modificato:

2. "Al Difensore Civico compete una indennità onnicomprensiva
pari al 40% di quella lorda percepita dal Consigliere Regionale".

Art. 7

1. La presente legge è pubblicata sul Bollettino Ufficiale
della Regione Basilicata.

2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla
e farla osservare come legge della Regione Basilicata.