Stampa PDF Segnala ad un amico

Legge Regionale 19 novembre 1999, n. 32

Collocamento a riposo dei dipendenti della Regione degli Enti Sub-Regionali (1)

Bollettino Ufficiale n. 64 del 24 novembre 1999

LEGGE ABROGATA dall'Art. 9, COMMA 7, DELLA L.R. 8 agosto 2005, N. 27 (B.U. n. 52/bis dell'8 agosto 2005)

Art. 1

[1. Il 3° comma dell'art. 25 della L.R. 8 marzo 1996, n. 12 è così sostituito:

"3. I dipendenti regionali sono collocati a riposo d'ufficio dal 1° giorno del mese successivo a quello del compimento di 40 anni utili a pensione o del compimento del 65° anno di età. L'Amministrazione ha la facoltà di accettare, per motivate esigenze di servizio, la domanda di trattenimento in servizio, fino ad un massimo di due anni, presentata dagli interessati almeno  180 giorni prima della data di compimento di 40 anni utili a pensione o del 65° anno di età. Viene altresì collocato  a riposo il dipendente che sia stato messo in disponibilità a seguito di esito negativo della mobilità ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs n. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni.".

2. In ogni caso, con il personale collocato a riposo e non trattenuto in servizio l'Amministrazione regionale non potrà instaurare rapporti di consulenza, studio e ricerca, per i due anni successivi alla cessazione dal servizio.

3. Le disposizioni si applicano anche ai dipendenti degli Enti strumentali della Regione.]

Art. 2

[1. Le domande di trattenimento in servizio presentate alle Amministrazioni interessate vanno reiterate entro e non oltre 30 giorni dall'entrata in vigore della presente legge e ad esse è applicabile la disciplina prevista dal precedente art. 1.]

Art. 3

[1. La presente legge regionale sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione.

2. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Basilicata.]

NOTE

(1) L'intero testo della presente legge è stato abrogato dall'art. 9, comma 7, L.R. 8 agosto 2005, n. 27.