Stampa PDF Segnala ad un amico

Legge Regionale 2 novembre 1997, n. 48

Norme per il funzionamento della commissione regionale prevista dall'art. 5 della legge 8.8.1991, n. 264 e sulle indennità spettanti ai componenti

Bollettino Ufficiale n. 65 del 27 novembre 1997

Art. 1

1. Al Presidente, ai componenti e ai Segretari della Commissione, formalmente costituita e nominata dalla Giunta regionale con i DD.P.G.R. n. 1039 del 28.11.1996 e n. 67 del 03.02.1996 e la D.G.R. n. 545/97 viene corrisposto un gettone di presenza nella misura di L. 100.000, per ciascuna giornata di partecipazione alle relative sedute, a ciascun componente.

2. Ai componenti della Commissione che risiedono stabilmente in Comuni diversi da quello ove ha sede la Commissione, qualora si rechino alla seduta, è corrisposto il trattamento di missione e il rimborso delle spese nei termini e con le modalità previste dalla L.R. 04.06.1979 n. 18 e successive modificazioni ed integrazioni.

3. Su segnalazione trimestrale del Presidente della Commissione la Giunta regionale provvede alla liquidazione delle relative spettanze sulla base di un prospetto riepilogativo delle presenze e di un prospetto delle trasferte per ciascun componente con allegati i documenti giustificativi.

4. I prospetti sottoscritti dal Presidente e dai Segretari che li trasmettono al Dipartimento Assetto del Territorio.

Art. 2

1. L'importo del gettone di cui all'art. 1 viene rideterminato, in rapporto all'indice ISTAT dell'inflazione, con scadenza biennale e con decorrenza del 1 gennaio dell'anno successivo al compiuto biennio ad iniziare dal 1997. (1)

Art. 3

1. Il Presidente della Commissione regionale stabilisce periodicamente il calendario delle sedute, che devono essere tenute per non più di sei volte all'anno.

Art. 4

1. Le riunioni hanno luogo in giorni prefissati, a orario stabilito, nei locali dell'Ufficio Trasporti della Regione Basilicata, al di fuori del normale orario di ufficio.

2. Le sedute d'esami hanno luogo presso le sedi di volta in volta stabilite dalla Commissione stessa.

Art. 5

1. L'ordine del giorno con l'elenco degli argomenti da trattare è inviato, almeno cinque giorni prima a ciascun componente.

Art. 6

1. Sono a carico della Regione gli oneri relativi alle spese postali, di cancelleria nonchè i gettoni di presenza e le indennità di missione ai componenti la Commissione, ai sensi del precedente art.1.

Art. 7

1. L'onere complessivo derivante dall'applicazione della presente legge valutabile presumibilmente in L. 18.000.000 - per l'anno 1997 farà carico al cap. 550 del bilancio corrente ed allo stesso corrispondente capitolo dei bilanci per gli esercizi successivi.

2. Tale onere trova parziale copertura sui fondi incassati dalla Regione a titolo di diritto di segreteria corrisposto dai richiedenti mediante versamento su C/C PT n. 218859, intestato alla Regione Basilicata Servizio Tesoreria - Potenza, la cui entità è stabilita con decreto del Ministro dei Trasporti e della Navigazione di concerto con il Ministro delle Finanze.

Art. 8

1. La presente legge è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.

2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Basilicata.

NOTE

(1) vedi osservazione del Commissario del Governo.

COMMISSARIATO DEL GOVERNO NELLA REGIONE BASILICATA Prot. n. 44/2.17.02

L.R. concernente 'Norme per il funzionamento della Commissione regionale prevista dall'art.5 della legge 8.8.1991, n. 264 e sulle indennità spettanti ai compnenti'. Si restituisce la legge regionale indicata in oggetto, munita del visto dello scrivente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione.

Con l'occasione il Governo ha comunque osservato in relazione all'art. 2, che la previsione della rideterminazione, in apporto all'indice ISTAT dell'inflazione, dell'importo del gettone di presenza, prevista con cadenza biennale e con decorrenza dal 1 gennaio dell' anno successivo al compiuto biennio ad iniziare dal 1997, benchè legittima, non potrebbe trovare applicazione, in presenza di disposizioni di cui all'art. 1, comma 66, della L 662/96 che prevede, per il triennio 1997/1999, il blocco degli automatismi. IL COMMISSARIO DEL GOVERNO CIVITATE