Stampa PDF Segnala ad un amico

Legge regionale 2 dicembre 1996 n. 58

Modifiche alla l.r. 25 gennaio 1993, n. 5 relativa a: nuova disciplina degli interventi per lo sviluppo della ricettivita' turistica e dei servizi complementari connessi

B.U. Regione Basilicata n. 58 del 3 dicembre 1996

Articolo 1

1. Al primo comma dell'art. 5 della legge regionale 25 gennaio 1993, n. 5, le parole "entro 30 giorni" sono sostituite dalle seguenti: "tra il 45 ed il 90 giorno, a pena di decadenza".

Articolo 2

1. Al sesto comma dell'art. 7 della L.R. 5/93 sono eliminate le seguenti parole: "nonchè la regolare apertura dell'esercizio".

Articolo 3

1. L' art, 8 della Legge Regionale 25/1/1993 n. 5 è sostituita dal seguente:
 
"Art. 8
 (Erogazioni dei contributi)".

2. L'opera oggetto del contributo deve essere ultimata nel termine di 24 mesi dalla data di inizio dei lavori individuata nel decreto di concessione di cui al precedente art. 6.

3. Su motivata e documentata richiesta, che dovrà pervenire entro e non oltre il termine di 24 mesi sopraindicato, è consentita una proroga per la ultimazione dei lavori per un periodo massimo di ulteriori 12 mesi.

4. Decorso anche il termine della proroga senza che l'opera sia stata ultimata, il beneficiario è dichiarato decaduto dal contributo con l'obbligo di restituire le somme già erogate, a meno che non provveda, in accoglimento di apposita istanza inoltrata al presidente della Giunta regionale prima della scadenza, alla ultimazione dell'opera nell'ulteriore termine di 12 mesi, avvalendosi del solo contributo già erogato e del finanziamento maturato sulla base dello stato di avanzamento dei lavori realizzati alla scadenza della proroga di cui al comma precedente.

5. In tale ipotesi resta pertanto preclusa la erogazione del saldo e di ogni altra somma in precedenza assentita, fermo restando che in caso di mancata ultimazione dei lavori entro gli ulteriori 12 mesi il beneficiario decade da tutti i contributi ai sensi del successivo "art. 9".

Articolo 4

1. Entro 3 mesi dell'entrata in vigore della presente legge, tutti coloro che, già beneficiari delle provvidenze previste dalle leggi regionali 12 agosto 1986, n. 16 e 25 gennaio 1993, n. 5, non hanno ultimato le opere nei termini previsti dai rispettivi decreti o sono destinatari, per lo stesso motivo, di provvedimenti di revoca, possono, a domanda, avvalersi della possibilità di ultimazione dei lavori, nel termine perentorio di 12 mesi decorrenti dal decreto di accoglimento della istanza in tal senso inoltrata. Trascorso inutilmente tale termine il beneficiario decade dai contributi concessi con l'obbligo della restituzione delle somme già liquidate.

Articolo 5

1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione ed entra in vigore il giorno della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione.

2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Basilicata.