Segnala ad un amico stampa

Intervento di CASTELLUCCIO Paolo del 22/04/2014

Grazie, Presidente. Questo emendamento Presidente è un grido di allarme che va nella direzione del rispetto dell'ambiente.

Noi, nel metapontino, oltre ad avere il turismo abbiamo l'agricoltura ed abbiamo queste pinete che per qualcuno sono pinete che servono al turismo, mentre la realtà è che furono impiantate subito dopo il dopoguerra per fare da filtro all'agricoltura. Gli aghi di pino catturano la salsedine, proteggono dallo scirocco e garantiscono a monte le colture agricole.

È dal 1998 che queste pinete non vengono trattate e sono affette da un parassita che si chiama processionaria.

Questa processionaria, che è pericolosa per l'uomo e gli animali, ha fatto registrare in questi anni oltre 1000 visite presso gli ospedali della costa tra aprile e luglio. Molti si vanno a curare fuori.

Avrei voluto qui l'assessore Franconi insieme ad Ottati per discutere questo emendamento. Chiediamo 300 mila euro per fare il trattamento a 3.000 ettari di terreno con 2 milioni di piante di pini. Ogni anno la regione Basilicata investe 1 milione e 200 mila euro per cercare di mantenere pulito il sottobosco senza capire che la chioma non esiste più. Poi ne spendiamo 3,2 milioni per salvaguardare i pini dagli incendi.

Negli anni precedenti presentai un emendamento a tutela delle palme, avevamo 3.700 piante secolari, avevamo chiesto 100 mila euro per contenere i danni del punteruolo rosso. Me lo fecero trasformare in ordine del giorno e morì in qualche cassetto insieme alle palme, qualche giorno scopriremo dove è andato a finire questo mio ordine del giorno.

Noi abbiamo 32 chilometri di costa con queste pinete ed io penso che occorra rispetto per gli animali domestici, ne abbiamo tantissimi, e i cittadini che vengono a villeggiare sulla nostra costa. Naturalmente in questa somma è previsto il trattamento vicino alle scuole e agli ospedali.

Avrei voluto che qualche collega della città di Matera mi venisse a supporto perché nel boschetto di Matera ogni anno registriamo tantissimi di questi casi, è vero, collega Cifarelli? Con l'investimento che fa la Regione praticamente andiamo a risparmiare sulla salute.