" E’ istituito presso il Consiglio Regionale della Basilicata il Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, di seguito denominato Garante, al fine di assicurare la attuazione dei diritti e degli interessi individuali e collettivi delle bambine, dei bambini e degli adolescenti, di favorire lo sviluppo di tutti gli aspetti della loro personalità ed affermare le loro pari opportunità stimolando la rimozione di ogni tipo di disuguaglianza". (L.R. n°. 18-2009, art.1, comma 2)

Il Garante per l'infanzia e l'adolescenza della Basilicata eletto dal Consiglio regionale è:

VINCENZO GIULIANO vincgiuliano@gmail.com -  Tel.0971 447261
garanteinfanziaeadolescenza@regione.basilicata.it
garanteinfanziaeadolescenza@pec.consiglio.basilicata.it.

Una comunità a misura di chi cresce, 16/2 convegno a Potenza

L’evento, che si svolgerà alle ore 16 presso la sala A del Consiglio regionale della Basilicata, è stato promosso dall’Associazione Consolidal Ets di Oppido Lucano e Consolidal Ets Regione Basilicata in collaborazione con il Garante per l’infanzia

13/02/2019 10:55

la locandina dell'evento

ACR Sabato 16 febbraio 2019, a partire dalle ore 16, presso la sala A del Consiglio regionale della Basilicata si terrà un dibattito dal titolo “Una comunità a misura di chi cresce”. Lo rende noto il Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, Vincenzo Giuliano che ha promosso l’incontro insieme all’Associazione Consolidal Ets di Oppido Lucano e Consolidal Ets Regione Basilicata.

L'incontro propone una discussione sullo stato di diversi ‘lavori educativi’, e non solo, un momento culturale e socio-didattico fondamentale per la crescita professionale di tutti coloro che hanno investito o investono le proprie competenze nella crescita e salvaguardia del patrimonio educativo di ogni singolo individuo, nonché un momento di formazione e informazione rivolto ad ogni singola coscienza per la tutela e la valorizzazione di ogni dignità.

I relatori proveranno a tessere un mosaico composito della questione educativa, analizzandola da prospettive differenti, spaziando dal focus sulla legge 205/2017 alla riflessione sulla dimensione formativa dello sport, per poi proseguire sul tema del valore politico della bellezza e fino all’esame della normativa regionale e nazionale sull’autismo e al profilo della figura dell’assistente all’autonomia e alla comunicazione.

rn